Chakra

Muladhara

Muladhara

Primo Chakra

E’ l’inizio del viaggio, la base del sistema, la pietra su cui poggiano gli altri chakra. L’energia della materia, del denaro, del cibo, delle cose solide e terrestri, delle radici che penetrano profondamente nella realtà e ne traggono nutrimento. E’ la capacità di appropriarsi di ciò che è indispensabile per il proprio sostentamento, dal cibo allo spazio, alla posizione sociale, al proprio compagno o compagna. Energia di movimento, di conquista, di aggressività.

PRIMO CHAKRA MULADHARA
Nome Sanscrito Muladhara
Significato Radice
Localizzazione Pavimento pelvico, perineo
Elemento Terra
Funzione Sopravvivenza, Appartenenza, Possesso
Ghiandole surrenali
Colore Rosso
Cibi proteine, carne
Verbo IO HO
Pietra rubino

Ghiandole Surrenali

Sono due piccole ghiandole di forma piramidale collocate sopra il polo superiore del rene ma non ad esso aderenti. Secerne ormoni mineralcorticoidi, tra cui l’aldosterone che regolano l’equilibrio tra l’acqua e i sali minerali presenti nell’organismo. Gli ormoni glicocorticoidi, tra cui il cortisone, intervengono nel metabolismo dei carboidrati, in quello idrico e partecipano alle attività del sistema immunitario. Gli ormoni androgeni integrano l’azione delle ghiandole sessuali dell’apparato genitale.

Sintomi e simbologia

L’adrenalina e la noradrenalina vengono secreti in situazioni di emergenza o di stress. Il surrene racchiude quindi una energia capace di conquistare, creare e conservare la vita. Le patologie di questa parte riguardano la difficoltà di accettare e integrare la parte materiale dell’esistenza, intendendo con “materia” anche tutto ciò che simbolicamente è legato al mondo della madre, e quindi il nutrimento, la protezione, la maternità. Problemi alle gambe indicano rigidità di fronte alle situazioni, difficoltà di adattamento, difficoltà nel tenere i piedi per terra. Anche i problemi economici sono sintomi che riguardano il primo chakra, indicando rifiuto della propria energia creativa. Ansia, stress, paura, angoscia, timor panico, insonnia rivelano una relazione conflittuale con la vita e con la realtà. Amenorrea, dismenorrea rappresentano il rifiuto della sessualità o della identità sessuale, infiammazione del nervo sciatico negazione del contatto con la terra e la realtà, emorroidi e stitichezza difficoltà nel lasciar andare il passato e i vecchi rancori.


Svadhistana

Svadhistana

Secondo Chakra

Dall’uno al due, dalla solidità alla liquidità, dalla sopravvivenza alla generazione della vita. Il ventre è il luogo dove la vita si incarna e si manifesta, è la sede del desiderio, dell’attrazione, del piacere, del legame con il mondo e con la realtà (cordone ombelicale). E’ il luogo vuoto mai sazio sempre da riempire con nuove cose, è il motore, la causa del movimento, della ricerca interiore e nella realtà, la ricerca dell’altro, il desiderio di fondersi, di liquefarsi, di annientare la polarità nell’unicità, la fusione dell’estasi e dell’amore.

SECONDO CHAKRA SVADHISTANA
Nome Sanscrito Svadhistana
Significato dolcezza
Localizzazione ventre, intestino, parte inferiore dell’addome
Elemento Acqua
Funzione Desiderio, sessualità, procreazione
Ghiandole Gonadi
Colore Arancione
Cibi liquidi
Verbo IO VOGLIO
Pietra ambra, corallo, opale

Gonadi

Le ovaie sono le gonadi femminili, sono due e sono situate nella cavità pelvica ai due lati dell’utero, svolgono funzione gametogenica e endocrina. Producono le cellule germinali femminili od ovociti e ormoni sessuali femminili, estrogeni e progesterone. Gli estrogeni sono ormoni detti steroidei, sintetizzati a partire dal colesterolo e vengono prodotti anche dalla corteccia surrenale e dalla placenta. L’effetto più importate del progesterone è quello di preparare l’endometrio, cioè la mucosa che riveste la parete uterina, a ricevere l’uovo fecondato. I testicoli costituiscono l’apparato genitale maschile, hanno funzione spermatogenica ed endocrina, producono spermatozoi e testosterone.

Sintomi e simbologia

In queste ghiandole si manifesta la possibilità di dare al mondo una nuova vita attraverso la concentrazione e la conservazione e l’espressione del seme. La memoria e l’energia ancestrale si addensano e si specificano in attesa di incontrare la terra (energia madre) e il cielo (energia creativa).
Qui tutto è già presente ma inespresso, regno delle infinite potenzialità, fulcro della riunione delle polarità (le gonadi sono organi doppi) nella divina unicità della creazione della vita. Le patologie di questa sensibilissima parte dell’organismo sono chiaramente legate alla difficoltà di accettare la responsabilità della propria identità sessuale e riconoscere il proprio ruolo come uomo o donna. Lo sviluppo dei caratteri sessuali sarebbe impossibile senza le gonadi e inizia quando l’embrione ha circa 40 giorni. Con l’avvicinarsi della pubertà si incrementa drasticamente la produzione di ormoni sessuali ed è proprio qui che avviene una importante iniziazione, il passaggio dall’infanzia all’età adulta, l’inizio di un cammino che durante tutta la vita, attraverso prove continue, ci condurrà a comprendere sempre più profondamente la nostra essenza di uomini e donne. Problemi alle ovaie, alla vescica, alla prostata, all’utero indicano chiaramente il conflitto con la propria identità, così come l’impotenza, la sterilità, la frigidità, l’assenza del desiderio o le deviazioni sessuali.


Manipura

Manipura

Terzo Chakra

Luogo della luce, dell’energia solare, della combustione, della trasformazione della materia in energia. Metabolismo, regno dell’azione, dell’affermazione della volontà, del potere che nasce da dentro. Qui ci innalziamo al di sopra della polarità per contemplare un terzo punto dentro di noi, il vertice del triangolo, la contemplazione, la capacità di trasformare qualunque evento in energia vitale, in forza e saggezza. Questo è il vero Potere.

TERZO CHAKRA MANIPURA
Nome Sanscrito Manipura
Significato Gioiello
Localizzazione Plesso solare, stomaco
Elemento Fuoco
Funzione Volontà, Potere
Ghiandole Pancreas
Colore Giallo
Cibi carboidrati
Verbo IO POSSO
Pietra Oro

Pancreas

E’ una grande ghiandola situata nella parte posteriore della cavità addominale, dietro lo stomaco, tra il duodeno e la milza. Come ghiandola endocrina produce alcuni ormoni che entrano direttamente nella circolazione sanguigna: l’insulina e il glucagone, indispensabili per metabolizzare e sfruttare le proprietà nutritive dei carboidrati e degli zuccheri.
Il pancreas ha anche funzioni digestive in quanto gli enzimi pancreatici riducono l’acidità dello stomaco e facilitano l’assorbimento intestinale.

Sintomi e simbologia

Possiamo dire che attraverso il pancreas, ma lo stesso vale per lo stomaco e il fegato, il mondo extraindividuale viene distrutto nella sua forma per essere interpretato (digestione) e compreso (assimilazione). Inoltre l’energia degli zuccheri e dei carboidrati viene resa disponibile, trasformata in forza individuale, in carburante per il veicolo della coscienza e dell’anima che è il corpo. Il pancreas si deteriora quando si abusa di alcool e di cibo e di solito il rimedio è sempre una dieta ferrea. La relazione con il mondo va gestita con modestia e moderazione, è dannoso introdurre o desiderare più energia di quella che ci serve: avidità e cupidigia, come tutti gli eccessi, alterano il delicato equilibrio tra microcosmo e macrocosmo e la malattia ancora una volta ci riporta alla verità della pazienza, della costanza, della fiducia e della virtù.


Anahata

Anahata

Quarto Chakra

Trascendiamo l’ego e ci troviamo al centro del sistema dei chakra, il cui compito è integrare il basso e l’alto, il dentro e il fuori, lo spirito e la materia, l’io e il non-io, la mente e il corpo. Luogo dell’unione, della conciliazione degli opposti, dell’identità più pura e profonda, regno della pace e dell’armonia, dell’Amore nella sua essenza trascendente di principio deificante.

QUARTO CHAKRA ANAHATA
Nome Sanscrito Anahata
Significato Non colpito
Localizzazione Cuore
Elemento Aria
Funzione Amore, essenza
Ghiandole Timo
Colore Verde
Cibi frutta e verdura
Verbo IO AMO, IO SONO
Pietra smeraldo

Timo

E’ un piccolo organo linfoide situato sotto lo sterno che cresce rapidamente dal momento della nascita fino ai due anni di età, dopodichè va incontro a progressiva atrofia e la sua attività viene svolta dal sistema immunitario. Secerne sostanze simili agli ormoni che aumentano la quantità di globuli bianchi.In particolare partecipa al processo di maturazione dei linfociti T.

Sintomi e simbologia

La posizione vicino al cuore e la funzione immunitaria sono elementi che significano un ruolo di difesa, la creazione di una barriera che se si rafforza oltre un certo limite può impedire all’amore di entrare nel cuore. A questo punto l’organismo risponde con un abbassamento delle difese, che può andare da un semplice raffreddore all’AIDS. Il virus HIV infatti attacca proprio una classe specifica di linfociti, quelli emessi dal timo che si chiamano linfociti T. Priva di difese e completamente vulnerabile, la persona è totalmente esposta all’azione di germi patogeni. Il timo si sviluppa in epoca prenatale e mantiene la sua piena funzionalità fino all’adolescenza, la sua presenza è fondamentale perché nell’organismo appaiano gli anticorpi e si distribuiscano nelle ghiandole linfatiche. Se la capacità immunitaria non si sviluppa, manca la possibilità organica di distinguere l’altro da sé, manca la capacità di distinguere l’aggredito dall’aggressore e quindi il riconoscimento della propria individualità. Il timo rappresenta quindi il processo di affermazione della propria identità e personalità in armonia ed equilibrio con il mondo circostante, la percezione della propria capacità di esistere nella relazione con l’altro senza paura, senza difese, senza aggressività eccessiva.


Vishudda

Vishudda

Quinto Chakra

Come il primo chakra è connesso alla terra dalle gambe che fungono da radici, l’energia del quinto scorre dalla gola lungo le spalle, le braccia e le mani, evocando l’immagine di rami destinati a portare fiori e frutti. Attraverso la gola scorre il suono, le corde vocali fanno vibrare l’aria, nella bocca i suoni si articolano, si trasformano in parole, le parole unificano, informano e trasformano la coscienza. La comunicazione, la possibilità di entrare in contatto gli uni con gli altri attraverso un’onda, una vibrazione e di uscirne modificati, è un profondo mistero. Il mistero dell’Arte, del canto, del suono, della parola, della scultura e della pittura giacciono racchiusi nel chakra della purificazione, dove la materia si proclama simbolo e ascende le sacre altezze dello Spirito.

QUINTO CHAKRA VISHUDDA
Nome Sanscrito Vishudda
Significato Purificazione
Localizzazione Gola
Elemento Suono
Funzione Comunicazione, creatività
Ghiandole Tiroide, paratiroidi
Colore Azzurro
Cibi Frutta
Verbo IO CREO, IO PARLO
Pietra Acquamarina, turchese

Tiroide

E’ situata alla base del collo, nella sua regione anteriore, con annesse quattro piccole ghiandole, le paratiroidi. Gli ormoni della tiroide sono le iodio tironine che accrescono la sintesi delle proteine in tutti i tessuti del corpo condizionandone l’equilibrio metabolico, l’accrescimento somatico e intellettivo, il ritmo cardiaco, lo sviluppo sessuale. La calcitonina è un ormone responsabile del metabolismo del calcio e del fosforo e quindi del tasso di calcio nel sangue. Il paratormone, secreto dalle paratiroidi, regola anch’esso la distribuzione di calcio e fosforo nelle ossa, promuove l’attività di riassorbimento dell’osso, favorisce l’assorbimento dall’ambiente esterno.

Sintomi e simbologia

Possiamo dire che queste ghiandole governano la crescita, lo sviluppo, la stabilità della materia corporea, la materializzazione di tessuti e lo sviluppo delle facoltà intellettive, e quindi permettono all’uomo di esprimere la coscienza. Non a caso nella parte più interna della gola si trovano le corde vocali, sede dei suoni e della parola, cioè dell’espressione cosciente dei concetti. Problemi alla tiroide indicano difficoltà nell’esprimere la propria verità e conseguentemente nel creare la propria vita. Mal di gola, noduli alle corde vocale, laringiti e faringiti ci invitano a essere chiari, onesti e diretti e soprattutto ad avere il coraggio di dire la verità.


Ajna

Ajna

Sesto Chakra

E’ il terzo occhio, la facoltà di vedere oltre la forma e l’apparenza della realtà polare cogliendone l’essenza e l’unità. E’ l’illuminazione, la caduta dell’illusione, la comprensione immediata del senso.

SESTO CHAKRA AJNA
Nome Sanscrito Ajna
Significato Centro del comando
Localizzazione centro della fronte sopra gli occhi
Elemento Luce
Funzione Intuizione, visione
Ghiandole ipofisi o pineale
Colore Indaco
Cibi digiuno
Verbo IO VEDO
Pietra zaffiro

Ipofisi

E’ un organo a cavallo fra sistema nervoso e sistema endocrino, può essere considerato il principale centro di regolazione delle ghiandole a secrezione interna del nostro organismo. Si presenta come una piccola formazione ovoidale e sta comodamente appoggiata su un osso a forma di sella (sella turcica), più o meno al centro della fronte e equidistante dai due occhi, affondata nel cranio a una profondità che corrisponde all’incirca al fondo del palato ed è collegata da numerosi fasci nervosi a un’altra importante struttura cerebrale: l’ipotalamo, che controlla l’appetito, la temperatura corporea, il sonno e partecipa all’attività dell’iposifi attraverso l’asse ipotalamo-ipofisario. Gli ormoni prodotti dall’ipofisi sono la Prolattina, che stimola lo sviluppo delle mammelle nella gravidanza e induce l’allattamento nel puerperio, l’ormone della crescita, che regola l’accrescimento corporeo, l’ormone melanocito stimolante controlla la secrezione della melatonina. L’ormone tireotropo regola l’attività della tiroide, l’ormone adenocorticotropo regola l’attività della corticale dei surreni, l’ormone follicolostimolante e l’ormone luteinizzante regolano la secrezione degli estrogeni, l’ovulazione e lo sviluppo del corpo luteo nella donna, la spermatogenesi e la secrezione di testosterone nell’uomo. L’ormone antidiuretico regola il riassorbimento dei liquidi a livello dei reni impedendo una eccessiva perdita di acqua.

Sintomi e simbologia

Le malattie che possono colpire questa zona sono legate in parte alla formazione di un tumore benigno (adenoma ipofisario) che accrescendosi schiaccia buona parte delle cellule dell’ipofisi: acromegalia e gigantismo, nanismo. Altre patologie legate a disfunzioni ipofisarie sono la pubertà precoce o ritardata, l’ipotiroidismo o l’ipertiroidismo, il diabete insipido. L’ipofisi rappresenta l’ordine costituito, la regalità che governa, la capacità di prefigurare, proiettarsi, integrare le informazioni e controllare tutte le funzioni del corpo. Disfunzioni dell’ipofisi inducono il soggetto a perdere il controllo sulla propria vita, forse perché veniva eccessivamente esercitato. Le patologie del sesto chakra ci invitano a lasciarci andare al flusso della vita, a guardare oltre i limiti che ci siamo duramente imposti, a chiederci se ciò che stiamo facendo lo vogliamo veramente.


Sahasrara

Sahasrara

Settimo Chakra

E’ l’antenna parabolica puntata verso il cuore dell’universo ad ascoltarne l’intima voce, a coglierne l’onda cosmica, a decifrare il codice del messaggio celeste e renderne partecipe l’umanità.

SETTIMO CHAKRA SAHASRARA
Nome Sanscrito Sahasrara
Significato Mille petali
Localizzazione Sommità del capo
Elemento Pensiero
Funzione Sintonizzarsi con l’universo
Ghiandole Epifisi
Colore violetto
Cibi digiuno
Verbo IO SO
Pietra Diamante

Epifisi

E’ un piccolo corpicciolo a forma di pigna, situato nella regione del cervello detta diencefalo, ancestralmente costituiva un vero e proprio fotorecettore, una specie di occhio dorsale, ancora presente in alcuni anfibi. L’ormone principale da essa prodotto è la melatonina che viene secreta ritmicamente seguendo i cicli luce/buio dell’ambiente esterno.La pineale riceve un’innervazione afferente dal ganglio cervicale superiore del simpatico, a sua volta collegato all’occhio.La percezione del buio provoca attiva sintesi di melatonina che inducendo l’aggregazione dei granuli di melanina nella cute, schiarisce la pelle.La luce diminuisce gli impulsi nervosi del simpatico e blocca la sintesi di ormone. Bastano pochi minuti di esposizione a una luce brillante perché si verifichi una caduta dei livelli circolanti di melatonina.

Sintomi e simbologia

Seguendo i ritmi luce-buio, l’epifisi sincronizza tutto l’organismo sui ritmi del macrocosmo. Indipendentemente dalla visione, l’organismo sa se è giorno o è notte, che ora è, in quale giorno o stagione siamo. I bioritmi epifisari sembrano controllare il tono dell’umore, l’equilibrio ormonale, l’equilibrio immunitario e avere una azione antistress.Inoltre la melatonina possiede proprietà rigeneranti e antinvecchiamento. Si può considerare come un orologio interno che regola le stagioni della nostra vita, riducendo, ad esempio, la melatonina nella pubertà, durante l’ovulazione, nella menopausa, nella vecchiaia. E’ strettamente collegata alla percezione di sé, alla capacità di autoriconoscimento rispetto al mondo circostante.

 

Tags: